INCIDENTI STRADALI 2

Il danno patrimoniale (alle cose)
Il danno patrimoniale è la lesione al patrimonio della vittima e si compone dal:
1) Danno emergente cioè la spesa necessaria per la riparazione del veicolo e comunque per la riparazione o la sostituzione di tutti gli oggetti danneggiati. ATTENZIONE se il danno al veicolo è superiore al valore di mercato dello stesso, il risarcimento avviene per equivalente ai sensi dell’art. 2058 comma 2 codice civile; in tal caso ad essere risarcito non sarà il costo della riparazione del mezzo ma il valore commerciale che esso aveva al momento dell’incidente. In questa seconda modalità di risarcimento può capitare di ricevere molto spesso, una liquidazione non propriamente equa, che potrebbe non essere sufficiente per affrontare l’acquisto di un nuovo mezzo. E’ pertanto importante essere coscienti che, in tali casi, ciò che può essere richiesto consiste:
– nel valore del veicolo in base quotazione di mercato;
– nel rimborso della tassa circolazione;
– nel rimborso del costo di immatricolazione di un altro veicolo;
– nel costo di demolizione veicolo danneggiato;
– nel costo di trasporto veicolo presso autodemolitore;
– nel costo relativo al noleggio di altro veicolo di medesima classe per il periodo strettamente necessario.
2) Lucro cessante è il minor guadagno che il soggetto subisce in seguito ad un incidente; si pensi, ad esempio, alla riduzione degli introiti per un artigiano impossibilitato a recarsi presso i clienti in assenza di un veicolo o ad astenersi dal lavoro per le lesioni subite.
4) Fermo tecnico è il danno che il proprietario viene a subire per essere stato privato dell’utilizzo del mezzo per il periodo necessario alle riparazioni dello stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *